TEATRO DELLA PERGOLA

Teatro_alla_pegola_11

Teatro della Pergola

Firenze (1656)

990 posti

sipario_aperto

In principio era il Cocomero, perché proprio nel Teatro del Cocomero avevano eletto domicilio quelli della Compagnia detta “dei Concordi”, formata da nobili fiorentini sotto la guida del principe Lorenzo de’ Medici e diventata poi “degli Immobili”, che ritennero però quella struttura angusta. Nel 1652, là dove era il bel pergolato di un tiratoio dell’Arte della lana, posero la prima pietra del futuro edificio, su progetto di Ferdinando Tacca, che venne inaugurato nel 1656 come teatro di corte con l’opera buffa Il podestà di Colognole di Giovanni Andrea Moneglia e facendo del Teatro della Pergola il più antico teatro europeo ancora funzionante.

fotoperEnews

Un primo ammodernamento fu dovuto all’architetto Filippo Sengher che rinnovò il soffitto e aggiunse un primo ordine di palchi, esigenza dettata dalla proverbiale litigiosità delle famiglie fiorentine che dovevano sì «andare a teatro, ma in spazi separati». A testimonianza di questa maliziosa ipotesi rimangono nell’atrio del teatro alcuni degli stemmi lignei che identificavano, sulla porta dei palchi, la proprietà di ciascuna famiglia. Attualmente sono solo due i palchi di proprietà: il numero 1 del primo ordine, rimasto agli ultimi eredi degli Immobili, e il 25 sempre del primo ordine, riservato al direttore del teatro.

DSCF3398

Nel 1718 il teatro diventa pubblico, aperto cioè ai paganti. Un altro intervento nel 1775 del Mannaioni trasforma  le sue strutture lignee in murarie e porta il numero di palchi a 84 mentre Antonio Galli Bibbiena affresca il soffitto. Nel 1810 diventa Teatro Imperiale e Bellini, Donizetti e Verdi dirigono qui le loro opere. Quest’ultimo vi fa debuttare il suo Macbeth. Insieme al grande palcoscenico e alla platea altra caratteristica distintiva della Pergola è l’inimitabile acustica, che la rende perfetta per ospitare la musica e esalta le doti di voce degli attori più grandi ed è in gran parte dovuta alla pianta a ferro di cavallo. Il sipario storico si deve a Gaspare Martellini e raffigura il trionfo del Petrarca in Campidoglio. Attualmente il teatro ospita una stagione di prosa, essendo la stagione lirica trasferita al  più capiente e moderno Comunale.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...