TEATRO VERDI

Teatro_Verdi

Teatro Verdi

Trieste (1801)

1300 posti

Trieste-Teatro_Verdi-retro-DSCF1418

Venne costruito per iniziativa privata tra il 1798 e il 1801. Il progetto originale fu di Giannantonio Selva, progettista anche della Fenice di Venezia, a cui si devono gli interni. Matteo Pertsch subentrò nell’incarico in seguito e si occupò soprattutto delle facciate. Nella facciata principale è evidente l’influenza di Giuseppe Piermarini, insegnante del Pertsch e progettista della Scala a Milano. Fu inaugurato con il nome Regio Teatro Nuovo e si chiamò poi Teatro di Trieste. La prima rappresentazione il 20 aprile 1801 fu la prima assoluta dell’opera Annibale in Capua di Salieri e il 21 aprile Ginevra di Scozia di Simon Mayr.

teatro-verdi1

Nel 1820 fu rinominato Teatro Grande e nel 1861 il comune di Trieste diventò proprietario dell’edificio, che cambiò il nome in Teatro Comunale. Nel 1883 vi venne rappresentata, integralmente, la tetralogia wagneriana diretta dal maestro Anton Seidl. Il 27 gennaio 1901 venne intitolato a Giuseppe Verdi su decisione con delibera straordinaria del consiglio comunale, convocato la notte stessa della morte del grande compositore. Il teatro è stato soggetto a diverse opere di manutenzione e restauro, le più importanti nel 1881, grazie alle quali venne incrementata la capienza del teatro, e nel 1889. L’ultimo restauro si è svolto tra 1991 e 1997.

DSC00633

Il Ridotto fu costruito  contemporaneamente al Teatro nel 1800 per iniziativa di Tommasini su disegni di Selva e venne realizzato come sala rettangolare  a doppia altezza con colonne libere lungo i quattro lati, poste a sostegno di un ballatoio continuo. Più volte rinnovata nelle decorazioni la sala nel 1882 fu ridotta da Geiringer nelle dimensioni per dare spazio ad altri ambienti. Sopra  la sala è cinta da un ballatoio; sul soffitto  spiccano  dei mascheroni della tragedia greca e decorazioni di muse in gesso;  al centro un imponente lampadario in vetri di Murano e attorno ancora pannelli decorati a mano con la foglia d’oro, in un’armonia di colori dal crema all’avorio, all’azzurro polvere.

verdi237

Il Ridotto è una sede   per manifestazioni, eventi culturali  pubblici ed istituzionali, mostre d’arte e parte dell’attività artistica del Teatro a fianco dell’attività lirica e sinfonica ospitata nella sala maggiore.

bbae7b69(Maurizio-Valdemarin)-TS-Teatro-Verdi-2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...