BOL’ŠOJ TEATR

Moscow-Bolshoi-Theare-1

Bol’šoj Teatr

Mosca (1825)

2153 posti

Inside_Moscow_Bolshoi_Theatre

Il Teatro Bol’šoj (Большой театр ossia Teatro Grande) è lo storico centro teatrale di Mosca in cui vengono allestiti opere e spettacoli e uno dei più celebri e blasonati templi del balletto classico mondiale. L’edifico sorge nello stesso luogo dove sorgeva il teatro Petrovskij che era stato inaugurato nel 1780 e che fu incendiato nel 1805. Nel 1819 fu bandito un concorso per il progetto del nuovo teatro e la competizione fu vinta da Andrej Michajlov. Tuttavia il suo progetto fu ritenuto troppo costoso e il governatore di Mosca incaricò l’architetto Giuseppe Bove di modificarlo. I lavori del nuovo progetto cominciarono nel 1820 e il nuovo Gran Teatro Petrovskij fu inaugurato il 18 gennaio 1825 con il balletto Cendrillon di Fernando Sor.

DL_Bolshoi_hi_res

Fino a circa il 1840 il teatro presentava unicamente opere russe. Nel 1853 un incendio causò gravi danni alla struttura, che fu riaperta nel 1856. L’interno fu realizzato su disegno dell’architetto italo-russo Alberto Cavos. L’edificio, in un severo stile neoclassico, è preceduto da un arioso pronao sorretto da un’unica fila di colonne con capitelli compositi. Sulla copertura a spioventi del pronao si trova una scultura bronzea raffigurante una quadriga, opera dello scultore Peter Clodt von Jürgensburg. All’interno, si trova la grande sala, con cinque ordini di palchi. Sopra l’ingresso, vi è il palco reale, con elaborata struttura lignea scolpita e dorata. L’edificio storico del teatro è stato chiuso per restauri dal 2005 con l’obiettivo di riportare la struttura agli antichi splendori precomunisti. Durante l’epoca di Stalin infatti erano stati eliminati i lampadari, gli stucchi e tutto quanto potesse evocare il lusso del periodo zarista. Inoltre il teatro fu trasformato anche in sede di riunioni e congressi di partito con strutture che ne avevano compromesso l’acustica. La cerimonia di inaugurazione è stata il 28 ottobre 2011.

IMG_9618

Geniale l’elaborazione grafica fatta dal reparto di Computer Graphics dello studio Carioca per la campagna realizzata nel 2013 per il Museo Statale d’Architettura A. V. Šusev “Le radici dell’architettura”, come se gli edifici che vediamo (gli altri monumenti coinvolti sono l’università di Stato e la Cattedrale di San Basilio) fossero la punta di un iceberg monumentale sommerso!

2013-04-22(108149)_visual-bolshoi1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...