Der Freischütz

Carl David Friedrich, Burrone roccioso sulle montagne di arenaria dell’Elba, 1823

Carl Maria von Weber, Der Freischütz

★★★★☆

BandieraInglese  Click here for the English version

Milano, Teatro alla Scala, 10 ottobre 2017

Angeli e demoni nella prima grande opera romantica tedesca

È opera di grandi contrasti Il franco cacciatore di Carl Maria von Weber. Tratto da una leggenda popolare, rappresenta l’opera per eccellenza dell’identità nazionale tedesca, forse anche più dei Maestri cantori di Norimberga. Lo capirono bene i tedeschi che tributarono un enorme successo al lavoro che nel 1821 aveva debuttato allo Schauspielhaus di Berlino.

Il contrasto tra il bene e il male tormenta la coscienza di Max, il tiratore sfortunato che per non sbagliare la gara dell’indomani, che prevede come premio la mano dell’amata Agathe, non esita a coinvolgere il diavolo, nella figura di Samiel, il “cacciatore nero” a cui Kaspar ha donato l’anima, per confezionare delle pallottole infallibili…

continua su bachtrack.com